Ogni volta che sentiamo una bella canzone, soprattutto se si tratta di un capolavoro senza tempo, ci capita di chiederci: “Chissà quanto ci è voluto per scriverla, per renderla indimenticabile?”

Spesso, come raccontano tanti cantautori, è un lavoro di giorni, settimane e addirittura mesi, per trovare il giusto equilibrio tra melodia, armonia e ritmo, per cesellare le singole parole fino a trovare la forma perfetta. Altre volte, invece, accade la magia… e quella canzone arriva in un attimo.

Questi sono 7 esempi di canzoni scritte in un solo giorno:

1) All The Young Dudes, Mott The Hoople. Non tutti sanno che questa canzone è stata scritta da David Bowie nel 1972 in un paio d’ore, pensando proprio alla band di Pete Overend Watts, che aveva appena rifiutato una sua offerta di collaborazione. Per fortuna ci hanno ripensato!

2) (I Can’t Get) No Satisfaction, The Rolling Stones. Keith Richards, turbolento chitarrista degli Stones, si svegliò un giorno in una stanza del Jack Tar Harrison Hotel di Clearmont in Florida e registrò uno dei riff più famosi della storia del rock.

3) Song 2, Blur. Partendo da quell’woo hoo, che ha fatto saltare chiunque sia stato giovane negli anni Novanta (e dopo), Damon Albarn e compagni hanno scritto il loro miglior singolo in un’ora e mezza.

Blur, Song 2

4) Under Pressure, Queen e David Bowie. Brian May, il chitarrista della band londinese, racconta di una lunga jam session notturna con il Duca Bianco ai Mountain Studios in Svizzera.

5) Losing My Religion, R.E.M. Dopo una serata passata a bere vino e guardare documentari naturalistici, esercitandosi al mandolino, il chitarrista Peter Buck si addormentò. Al risveglio aveva vagamente in testa gli accordi di questa canzone, ma per ricordarli davvero riprese in mano proprio il suo mandolino.

6) Mad World, Tears For Fears. A volte le canzoni nascono in maniera paradossale: il piccolo e monotono appartamento di Roland Orzabal, chitarrista del gruppo, non faceva pensare a un “mondo pazzo”, eppure proprio lì scrisse questa canzone insieme al bassista Curt Smith in meno di due ore.

7) Life On Mars?, David Bowie. Per un artista così geniale deve essere stato semplice scrivere questa parodia di My Way di Frank Sinatra. Pare che ci sia riuscito in un pomeriggio.